Tutto a post

Fuor di metafora. Dentro ai dati reali. Un cable car di San Francisco, uno di quei tram molto pittoreschi che si vedono talvolta nelle scene dei film americani, contiene 60 passeggeri.

WordPress nel suo report annuale mi informa che quellocheVale.wordpress.com, che ricordo è nato a giugno, è stato visto circa 2.300 volte nel 2014. Se fosse un cable car, ci vorrebbero circa 38 viaggi per trasportare altrettante persone. Interessante.

Ma c’è di più. Il mio blog è stato visitato da persone di 25 paesi! Ciò ha dell’incredibile. Ho dovuto rammentare a me stessa che si tratta di poesia. La relazione vorrebbe essere causale non casuale, o avversativa. Cioè i miei post hanno riscosso tanto, o poco (dipende dai punti di vista) interesse o semplice curiosità perchè parlano di poesia non benchè parlino di essa. Questa è la mia speranza fin qui e il mio obiettivo da qui.

Nel nostro viaggio su quel cable car vorrei portare in giro i lettori in alcuni luoghi sconosciuti, o conosciuti ma dimenticati, o già visti e rivisti ma che meritano almeno una nuova occhiata. I luoghi della mente e del cuore. Dell’anima.

Vo7YbYQQ8iyOo4J9bOoj_ggb24

Serve allacciarsi le cinture per quei tratti di strada che fanno sobbalzare, la pazienza di conoscere chi ci è seduto vicino, l’agilità di salire e scendere spesso e con entusiasmo perchè le cose da vedere sono innumerevoli e il tempo non infinito. Serve curiosità, ingenuità, gratitudine ma anche senso critico, capacità di ascolto, ampiezza di vedute, accettazione del nuovo e del diverso.

La soddisfazione più grande per me derivatami dallo scrivere in generale e poesia in particolare, è stata ricevere riscontri da persone (più persone, non da riempire un cable car ma ci conto per i prossimi mesi) che mi hanno detto di non aver mai amato o capito, o spesso entrambe le cose, la poesia e che nel leggere le mie hanno scoperto un mondo, si sono commosse, le hanno guardate con occhi nuovi, o hanno imparato ad apprezzare i versi. O altro.

Che viaggio! Negli ultimi anni ho viaggiato molto poco fisicamente, molto meno di quello che avrei voluto. Però non ho smesso neanche un attimo di farlo con la mente e con il cuore, a ciò va il merito principale della mia salvezza come persona e come artista. Sul significato e sul senso contemporaneo di questa parola potremmo creare un blog apposito.

51H

 

 

 

 

 

 

Tutti siamo artisti o possiamo esserlo; non è tanto l’estro o la sola genialità a fare la differenza quanto l’impegno, la fede nella causa. Non dovrebbe sconvolgere l’utilizzo di questa parola ma il contenuto dell’arte con cui lo riempiamo. E’ un viaggio, appunto. Ci sono migliaia di kilometri da macinare.

Grazie allora a quellocheVale, grazie al mio libro di poesie DI VERSI AMORI che mi hanno ricordato quanto di sorprendente (in ogni senso) c’è dentro e fuori di me e soprattutto quanto ci sarà ancora da visitare; grazie a voi tutti singoli lettori ed esploratori che siete arrivati fin qui o che ci arriverete. Il posto più bello resta da scoprire. Anche il post. E’ una promessa.

 

 

Per acquistare il mio libro di poesie sul sito della Neos edizioni:

clicca su

dI VERSI AMORI

 

 

o sui siti

www.webster.it

www.ibs.it

www.unilibro.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: